Posta Elettronica

Domanda 1: Perché alcuni grossi provider offrono la posta elettronica gratuitamente?

Risposta1 : La principale motivazione è che il loro business è la pubblicità. Forniscono questo servizio gratuitamente per conoscere tutto di te, per profilarti e per sfruttare, in termini di business, tutte e informazioni che hanno “spiato”. Conoscono le tue abitudini, i tuoi amici, gli indirizzi dei tuoi amici, che tipo di scarpe usi, la misura del tuo colletto... Come puoi sapere qual è lo scopo del loro business e da cosa devi difenderti? Leggi attentamente il “Contratto” che devi accettare quando crei una casella di posta.

Domanda 2: Perché alcuni provider non mi permettono di scaricare la posta sul mio Client (cioè sul mio Outlook)?

Risposta 2: Perché vogliono che accedi sul loro sito dove c’è la pubblicità che ti viene somministrata! Accedendo al loro sito riescono a carpire tutte le informazioni utili alla tua profilazione.

Domanda 3: Come faccio a verificare se il mio provider mi profila e quanto conosce su di me?

Risposta 3: Se la pubblicità che ti viene somministrata sulla tua pagina web, quando accedi alla tua posta elettronica, non ti interessa, allora sicuramente il tuo provider non ti profila in maniera sofisticata. Ma se la pubblicità ti interessa e cambia continuamente, allora il tuo provider è riuscito a definire un tuo profilo.

Domanda 4: Cosa rischio se la mia mail box è su un dominio non mio (tipo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )?

Risposta 4: Quando tutti i tuoi corrispondenti conoscono il tuo indirizzo di posta tu sei “definitivamente fidelizzato” e se oggi il servizio è gratis, lo sarà per sempre? E se oggi il servizio è efficiente, lo sarà per sempre? Quando non sarai più contento del tuo provider come potrai difenderti e difendere il tuo business?  Perché non pensi alla tua libertà nel futuro?

Domanda 5: Conviene che le e-mail inviate e ricevute siano conservare sul server o sul mio Client (cioè sul mio computer)?

Risposta 5: Se sono su un computer diverso dal tuo, magari sono più sicuri se il tuo provider è affidabile. Ma se tu sei un tipo preciso e organizzato, allora scuramente sul tuo computer hai più controllo e non hai limite al numero delle e-mail conservate, allo spazio, e al tempo che vuoi conservarle. Soprattutto nessuno potrà usarle senza il tuo esplicito consenso.

Domanda 6: Quando sfrutto il server del mio provider, c’è un limite al numero delle e-mail e allo spazio e al tempo di conservazione?

Risposta 6: Si. C’è sempre un limite. Per saperlo devi leggere con attenzione il contratto che sottoscrivi al momento della creazione della casella. Solo per darti un parametro: se ricevi mediamente 20 e-mail al giorno e ne spedisci 10, lo spazio in un mese potrebbe essere 30 MB. Che in un anno significa 500 MB. Se ti hanno concesso un Gigabyte, dopo due anni devi incominciare a cancellare e non hai altre possibilità. Non puoi fare diversamente! Ma se scambi 100 e-mail al giorno, quanto impieghi a riempire 1 GigaByte? Dopo sei mesi sei già a rischio!

Domanda 7: Cosa succede ai messaggi e-mail che mi vengono inviati quando ho raggiunto il limite di spazio?

Risposta 7: Nei servizi di posta gratuiti, quando si raggiunge la capacità di spazio della casella, tutti i messaggi di posta elettronica a te indirizzati vengono bloccati dal server. Se non ti accorgi di aver raggiunto il limite di spazio, la posta a te indirizzata viene persa. Solo alcuni provider permettono il sovrautilizzo, notificando il superamento del limite di spazio ma non bloccando il recapito delle e-mail. Questo è un grande valore aggiunto al servizio di posta.

Domanda 8: Quali sono i prezzi di mercato per un a casella di posta provata o di 5 caselle di posta aziendale? C’è un legame fra costo e qualità del servizio?

Risposta 8: Purtroppo non è facile sapere a priori la qualità del servizio in base al prezzo! Strano a dirsi ma se il servizio è gratuito, la qualità è molto buona perché il business della pubblicità è molto ricco e quello che c’è dietro lo sfruttamento della profilazione è ancora più ricco; il "passa parola" è l’unico strumento per espandere velocemente il business!

Se non è gratuito allora il prezzo è generalmente un valido indicatore di qualità. Per riuscire a verificarlo velocemente, appena hai sottoscritto una casella, prova a chiedere assistenza su ogni canale che ti hanno promesso (telefonica, per e-mail, via web ecc.). Analizza i tempi, la gentilezza, la qualità dell’aiuto. Il prezzo della casella non dipende dallo spazio, dalla velocità di scarico, dal numero dei disservizi e dalla frequenza, ma quasi esclusivamente dal numero di persone al customer care.

Domanda 9: Quanto vale legalmente una e-mail?

Risposta 9: E’ una domanda molto difficile. Tuttavia ogni giorno l’e-mail vale sempre di più. Sempre più spesso la giurisprudenza recepisce quanto sia diffusa e quanto business si conclude quasi esclusivamente per e-mail. Prima valeva molto di più il fax. Oggi i provider hanno messo a punto delle tecnologie che non permettono (ad esempio) di modificare il contenuto di una e-mail. Il “Time stamping” dei provider è sempre più preciso ed affidabile. La garanzia del traffico e l’uso di back-up dei provider consente di memorizzare la e-mail prima che possano essere “manipolate” dal mittente o dal destinatario. Chiedi al tuo provider se fanno back-p, che tipo di garanzie “legali” possono offrire. Poi scegli con maggiore consapevolezza. Parla con il commerciale di queste cose, saprà consigliarti perché ogni Cliente ha le sue esigenze!

Domanda 10: Cosa sono i protocolli di posta? Debbo conoscerli per decidere?

Risposta 10: SI. Sono molto importanti e se non li conosci, potresti poi avere seri problemi se il tuo provider non è in grado di fornirli o di customizzarli quando ne avrai urgente bisogno!

  • POP3 (Post Office Protocol) permette la ricezione della posta dal server ad un client di posta (come Outlook). Se il tuo provider non ti fornisce il server POP3, vuol dire che ti permetterà di visualizzare la posta da una pagina web ma non potrai ottenerne una copia sul tuo PC.
  • IMAP (Interactive Mail Access Protocolpermette di interfacciare il client di posta al server, in modo da mantenere una copia sia sul PC che sul server, che saranno sempre sincronizzate tra loro. Questo protocollo è molto utile nel caso tu abbia l'esigenza di accedere alla stessa casella di posta elettronica da più PC.
  • SMTP (Simple Mail Transfer Protocol): questo protocollo permette lo scambio delle mail. Il protocollo è necessario per inviare le mail dal proprio client.